Metamorfosi a scuola

Educare/educarci al cambiamento
Foligno, 3- 6 LUGLIO 2018

Scuola secondaria Piermarini
via della Scuola d’Arti e Mestieri, 27

IL TEMA.  Educare è un processo in cui si cambia: vale per i ragazzi e le ragazze e per  gli/le insegnanti che  lavorano insieme sulla memoria e sul futuro, sviluppando capacità di lavorare in gruppo, di scambiare conoscenze,  imparando ad essere solidali e cooperativi. La società d’oggi è in continua trasformazione, ci invita a pensare ad una scuola   capace di cambiamento, una scuola aperta e plurale, inclusiva e cooperativa, che sappia  educare alla  democrazia e alla cittadinanza. Ma come si può fare? Occorre attraversare insieme lo spiazzamento che genera il cambiamento,  il disequilibrio che nasce dall’incontro con l’altro…  da una situazione critica  emerge bisogno e desiderio, ricerca di un nuovo, più ampio equilibrio. Per questo proponiamo  il nostro percorso formativo in un tempo di  sosta–estiva, durante la quale  sia possibile rimotivarsi alla ricerca,  incontrare nuove esperienze  e proposte  per il rinnovamento delle pratiche educative e per la ristrutturazione dei processi  e dei contesti di apprendimento.  

Il corso propone

  • mostra fotografica “SottoSopra” sulla scuola che cambia
  • camminata con soste narrative dalle metamorfosi di Ovidio
  • Plenaria con reading letterario-pedagogico
  • interventi di Floriana Falcinelli, Università di Perugia, Franco Lorenzoni, casa-lab Cenci, Benedetta Tobagi, giornalista e scrittrice
  • F.U.D. Meta-Incursioni, a cura dell’ Ass. U.L.A.
  • serata culturale nel ricordo di Aldo Capitini, per ridare voce ad una pedagogia di pace e nonviolenza. Intervengono Piergiorgio Giacchè e Roberta Perfetti.
  • cena cooperativa. incontri e scambi tra scuole e partecipanti con assaggi di saperi e sapori diversi.
  • world cafè, Acquario, In-tavola: tanti modi per attivare dialoghi , scambio di opinioni ed esperienze; confronto di idee e proposte.
  • I LABORATORI formativi tra cui dovrai scegliere (si potrà infatti frequentare un solo laboratorio):

1. UN SALTO CON MERAVIGLIA. Muoversi, inventare, dare forma, essere altro da sé. A cura di Mara Pacini, Rebecca Di Prete

2. IDENTITÀ IN MOVIMENTO. La Metamorfosi delle cose come specchio di tappe importanti della vita. A cura di Marilena Muratori e Rossella Brodetti

3. LA RADIO NELLA SCUOLA CHE CAMBIA. Dalla trasmissione del sapere al piacere delle trasmissioni. A cura di Mirko Barbieri, Rosy Fiorillo

4. LA MANO E LA MENTE. Dalla Preistoria un’esperienza formativa. A cura di Lando Landi, Mary Spinelli, M. Rosaria Di Santo

5. SI VIS PACEM, PARA PACEM. Ricerca e diffusione di notizie positive per una cultura nonviolenta. A cura di Roberto Lovattini – Lanfranco Genito

6. LUNA, MAESTRA DI METAMORFOSI. “Aprire le porte alla percezione” per scoprire le relazioni nella realtà complessa. A cura di Annalisa Di Credico e Mariantonietta Ciarciaglini

7. METAMORFOSI GENERATIVE. Quando una classe si fa gruppo. A cura di Marinella Utzeri, Clara Ligas

I laboratori si chiudono con lo spazio WORLD CAFè. Nei WORLD CAFÈ si incontrano persone provenienti da ogni laboratorio che, accompagnate da un facilitatore, riflettono sulla relazione tra l’esperienza di laboratorio e i temi dei quattro orientamenti cardinali che i Cantieri Mce si sono dati (relazione educativa; strumenti e tecniche didattiche; ricerca educativa, saperi e conoscenze;  partecipazione -cittadinanza e democrazia.).  Si  scambiano  suggestioni e  riflessioni che confluiscono nell’attività collettiva finale.  Loro scopo  è esplicitare la trasferibilità dell’esperienza laboratoriali in situazione di classe scolastica.

La riflessione pedagogica continua nel set dell’Acquario, una pratica per intervenire, discutere e proporre nove strade al cambiamento.

Infine la proposte culturali, pedagogiche e politiche  del Mce per l’anno  scolastico:  saranno esposte in alcuni tavoli intorno ai quali si siederanno vari gruppi a rotazione.

Non mancheranno durante le serate momenti di incontro e scambio tra i partecipanti: si inizia con la tradizionale Cena cooperativa, che consente assaggi di saperi e sapori diversi; a seguire serata culturale con l’incontro di punti di vista spiazzanti e serata musicale